SDS

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Benvenuto nel sito della SdS Colline Metallifere

Toscana, migliorano le performance degli ospedali toscani

E-mail Stampa PDF

Netto miglioramento delle performance degli ospedali toscani nella “pagella” del Ministero, vale a dire il Programma nazionale esiti (Pne), gestito da Agenas, Agenzia nazionale per i servizi sanitari e regionali, e reso pubblico nei giorni scorsi. Non solo: la Toscana si conferma ancora una volta tra le Regioni migliori.
In Toscana siamo tra i migliori per l’intervento chirurgico per la frattura del collo del femore (all’ospedale Versilia di Camaiore nell’85% dei casi viene fatto entro le 48 ore, rispetto a una media italiana del 31%); e anche per quanto riguarda la mortalità, sempre per l’intervento al collo del femore, a 30 giorni dal ricovero (nella AOU Pisana, il 2.16%, rispetto a una media nazionale del 4.89%). Anche i tempi di attesa per l’intervento al collo del femore sono migliori della media: a Carrara e a Piombino, 2 giorni, contro i 5 della media nazionale, con punte che toccano i 31 giorni (a Castel Volturno e Reggio Calabria).

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Aprile 2012 07:18 Leggi tutto...
 

Sanità, i tagli pesano sugli italiani

E-mail Stampa PDF

Spesa privata sempre più alta. Nel periodo 2007-2010 i cittadini hanno dovuto pagare 30,6 miliardi di euro (+8 %) per curarsi privatamente.. Il gap tra bisogni sanitari e soldi pubblici destinati a questo è stimato in 17 miliardi nel 2015

ROMA - Spesa pubblica sempre meno adeguata ai bisogni sanitari dei cittadini, spesa privata sempre più alta. Il risultato è che i cittadini spendono molto di tasca propria per la salute: 30,6 miliardi di euro, +8% nel periodo di crisi 2007-2010. E' lo scenario che emerge dalla ricerca del Censis 'Quale futuro per le risorse in sanita'? Quale sanità dopo i tagli?', presentata oggi a Roma.

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Aprile 2012 07:17 Leggi tutto...
 

Censis su Sanità: dopo i tagli più spesa privata, meno qualità dei servizi

E-mail Stampa PDF

Un ricerca del Censis rileva che 30,6 miliardi di euro è la spesa di tasca propria dei cittadini per la salute (+8% nel periodo di crisi 2007-2010). Giù del 3,5% la spesa pubblica per i farmaci, su del 10,7% quella privata. Potrebbe arrivare una stangata dai ticket su farmaci, diagnostica, specialistica, pronto soccorso: 4 miliardi di euro. E per il 31,7% degli italiani è peggiorata la qualità del Servizio sanitario negli ultimi due anni. Partita la caccia alle offerte del «low cost» sanitario. Spesa pubblica, dunque secondo la ricerca Censis, sempre meno adeguata ai bisogni sanitari dei cittadini, spesa privata sempre più alta. È stimato in 17 miliardi di euro nel 2015 il gap cumulato totale tra le risorse di cui ci sarebbe bisogno per coprire i bisogni sanitari dei cittadini e i soldi pubblici che presumibilmente il Servizio sanitario nazionale avrà a disposizione.

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Marzo 2012 10:38 Leggi tutto...
 

Toscana, 75 mila ‘bamboccioni’ costretti a restare in famiglia

E-mail Stampa PDF

FIRENZE - Sono circa 75 mila i giovani fra i 25 e i 34 anni che sono ancora nelle famiglie originarie e che non hanno possibilità di uscirne perché i loro redditi non consentono il pagamento di un affitto. E’ quanto rilevato da un’indagine di Confservizi Cispel Toscana, l'associazione regionale delle imprese di servizio pubblico che operano nel territorio toscano, il cui presidente, Alfredo De Girolamo, spiega che “la casa non è più un’emergenza, ma un dramma quotidiano su cui occorre intervenire rapidamente”. Secondo Cispel, in tutta la Toscana le domande nelle graduatorie alloggi sono 22.000, mentre crescono le istanze di sfratto, oltre 18.800 nel biennio 2009/2011, con oltre 2.400 esecuzioni di cui 87% di morosità, in crescita costante.

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Marzo 2012 07:58 Leggi tutto...
 

Il Progetto Europeo Co.Re aiuta le persone a rischio di esclusione socio-economica e favorisce l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro

E-mail Stampa PDF

Tre giornate per presentare “Co.Re”, l’innovativo progetto europeo destinato ai giovani per favorire il loro inserimento nel mercato del lavoro.
Si è svolto da mercoledì a venerdì a Firenze, presso la Stazione di Confine in via Attavante 5, il primo seminario transnazionale che ha coinvolto 17 partner provenienti da 5 Paesi europei, coordinati dalla Sds Colline Metallifere, con il fondamentale sostegno di Uncem Toscana, Esprit e Accademia europea di Firenze. Presentato ad aprile scorso, il progetto Co.Re è stato giudicato il migliore fra quelli pervenuti per estensione e qualità delle azioni da mettere in campo ed è l’unico in Italia nel suo genere.

Leggi tutto...
 


Pagina 10 di 17

SDS COLLINE METALLIFERE

Login


Amministrazione trasparente

Anticorruzione

sdscollinemetallifere@pec.it

Privacy

Sondaggi

Qual è il tuo giudizio sulla facilità di utilizzo del nuovo sito della Società della Salute delle Colline Metallifere?
 

Chi è online

 23 visitatori online

Speciale migranti