SDS

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Benvenuto nel sito della SdS Colline Metallifere

Come cambiano le cure primarie

E-mail Stampa PDF

FIRENZE – Siglato l’accordo integrativo regionale con i medici di medicina generale (Mmg), di continuità assistenziale (ex guardia medica), medicina dei servizi, medici convenzionati dell’emergenza-urgenza, pediatri di libera scelta e specialisti ambulatoriali interni per dare il via a nuove forme aggregative dei professionisti nel territorio come l’Aggregazione funzionale territoriale (Aft) e l’Unità complessa di cure primarie (Uccp). Questo il tema principale affrontato dal Sole 24 Ore Sanità Toscana, settimanale realizzato dal Sole 24 Ore Sanità in collaborazione con l’Agenzia Toscana Notizie.

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Marzo 2013 08:09 Leggi tutto...
 

Sanità territori montani, preoccupazione tagli

E-mail Stampa PDF

I territori montani sono molti preoccupati per la tenuta dei servizi sanitari e sociali e per il futuro dei piccoli ospedali, dopo gli ultimi tagli decisi dalla “spending review”. La preoccupazione è stata espressa questa mattina, durante l’audizione tenuta dalla commissione Sanità, presieduta da Marco Remaschi (Pd), alla quale hanno partecipato i rappresentanti di Uncem, Sindaci, Presidenti SdS e amministratori territori montani

Il presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani e numerosi sindaci hanno portato in Commissione i loro dubbi su quello che potrà succedere nell’immediato futuro, dopo che “il lungo lavoro fatto per le zone montane con il piano integrato di salute è stato messo in stand-by” e in previsione di nuovi tagli ai costi.

“Tre sono le questioni fondamentali che ci preoccupano – ha spiegato Giurlani – a partire dal destino delle Società della salute. Si dice che sono superate, ma non ci sono comunicazioni ufficiali a proposito. Questi enti sono nel limbo e ciò ha grosse ripercussioni sui piccoli comuni. La Regione ci deve spiegare che cosa vuol dire superamento delle Sds e predisporre un percorso di accompagnamento in questa direzione”. Seconda questione: i piccoli e medi ospedali, in Toscana ridotti a 12 dopo la razionalizzazione operata qualche anno fa. I rappresentanti dell’Uncem temono un loro smembramento e un accentramento nei grandi plessi, il che farebbe venire meno la garanzia di ricevere cure in tempi rapidi e senza percorrere enormi distanze per i cittadini che vivono in montagna. Infine, il livello dei servizi. “Partendo dalla questione dell’emergenza – è la posizione dell’Uncem – dobbiamo capire come si intende mantenere il livello dei servizi nelle zone montane, dove certo per forza di cose i costi sono maggiori. Il piano non è stato approvato, e il Dpef non dice nulla a proposito”.

Leggi tutto...
 

LA NAZIONE Sds «Servono politiche per il sociale»

E-mail Stampa PDF

 L’ESPERIENZA delle Società della Salute in Toscana va verso la fine. La loro chiusura, presumibilmente in contemporanea con il naturale completamento della legislatura amministrativa in corso nella stragrande maggioranza dei Comuni, è stata ufficializzata dal presidente dell’Uncem Toscana Oreste Giurlani manifestando vivo rammarico. «COME Uncem — ha dichiarato Giurlani — abbiamo da sempre sostenuto quanto le Società della Salute, in particolar modo quelle montane, siano state un’esperienza positiva nel corso degli anni, ma a questo punto è necessario delineare il percorso di uscita senza però compromettere il sistema socio-sanitario locale in qualità e quantità». «A questo punto una cosa deve essere certa — ha aggiunto il presidente della Società della Salute “Colline Metallifere” Luciano Fedeli — non possono mancare quelle specifiche politiche di governo del territorio montano per quanto riguarda il sociale e sanitario e la loro integrazione.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 09 Gennaio 2013 09:23 Leggi tutto...
 

La Regione rinnova “Montagna in salute” che ha già seguito 33 persone

E-mail Stampa PDF

 

MASSA MARITTIMA La Toscana rinnova il progetto “Montagna in salute” per la prevenzione del suicidio e del disagio sociale e le tre Società della salute diventeranno un modello per l’intera regione. Il piano, coordinato da Uncem Toscana, ha attuato negli ultimi anni nelle Sds Colline Metallifere, Amiata grossetana e Casentino una serie di interventi su fattori di rischio, quali l’isolamento, l’uso problematico di alcol, l’abuso su donne e minori, ponendo particolare attenzione al suicidio, considerato un possibile esito di tali fenomeni. Sebbene nella regione, infatti, le persone che decidono di togliersi la vita siano in diminuzione, in alcune aree toscane restano ancora dati preoccupanti; soprattutto aumentano i casi di suicidi giovanili e, nelle zone montane, il fenomeno risulta superiore alla media toscana.

Leggi tutto...
 

Massa Marittima Profughi, accoglienza allungata di due mesi

E-mail Stampa PDF

 

Ancora due mesi di permanenza per i profughi in Maremma. Il 31 dicembre si è concluso, secondo normativa, il percorso di accoglienza che ha interessato tre comuni delle Colline Metallifere da aprile 2011 fino a ora. Nelle strutture di Massa Marittima, Montieri e Scarlino sono stati ospitati 171 migranti provenienti da Tunisia, Nigeria, Somalia, Mali, Pakistan e altri 12 paesi per la maggior parte devastati da guerre, dittature o gravi situazioni di povertà e disagio sociale. Circa 100 hanno abbandonato le strutture nei mesi scorsi mentre, a fine 2012, si contavano circa 70 ospiti nel territorio. "Non vanno liberati gli edifici - aveva chiesto il presidente della Società della Salute Luciano Fedeli - vanno liberate le persone. Abbiamo il dovere di accompagnare il loro inserimento nella comunità, poi starà a ognuno di loro farsi strada, cercarsi un lavoro e ritagliarsi il proprio spazio nella società.

Leggi tutto...
 


Pagina 5 di 17

SDS COLLINE METALLIFERE

Login


Amministrazione trasparente

Anticorruzione

sdscollinemetallifere@pec.it

Privacy

Sondaggi

Qual è il tuo giudizio sulla facilità di utilizzo del nuovo sito della Società della Salute delle Colline Metallifere?
 

Chi è online

 37 visitatori online

Speciale migranti