SDS

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Benvenuto nel sito della SdS Colline Metallifere

PROGETTO “ADA” (Adattamento Domestico per l'Autonomia Personale)

E-mail Stampa PDF

Il progetto di Adattamento domestico per l’autonomia (ADA), dà la possibilità alle persone disabili di realizzare una serie di interventi per rendere la propria casa più adatta alle esigenze di vita indipendente, all’assistenza di familiari e operatori impegnati al domicilio. E' innovativo sia per l’opportunità che offre alle persone disabili e ai loro familiari sia nella formula con cui si presenta.  Il progetto unico per la possibilità di conseguire una maggiore fruibilità degli ambienti di vita, in particolare per lo svolgimento delle attività quotidiane, di studio e di lavoro all’interno della propria abitazione, è al tempo stesso nuovo nel panorama dei servizi in materia di disabilità per la capacità di restituire e veicolare una reale cultura dell’accessibilità.

Come modello regionale il progetto ADA, sperimentato con successo per la prima volta un anno fa in due Società della Salute, viene ora esteso alle 34 zone distretto della Toscana. Gli interventi attivabili (sopralluoghi e consulenze) sono 400 mentre la disponibilità di risorse assegnate per il progetto dalla Regione Toscana è pari a 800.000 di euro.

Il progetto sarà coordinato e supportato dal Centro regionale per l’accessibilità (CRID). Gli altri soggetti coinvolti sono la Società della Salute fiorentina nord ovest,  il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze che attiverà 10 borse di ricerca, il CNR di Pisa per la consulenza tecnologica e i Laboratori ausili delle Aziende sanitarie.  Le 34 SDS/Zone distretto della Toscana, invece, dovranno approvare l’Avviso pubblico e formare la graduatoria dei beneficiari. Il progetto prevede anche un contributo economico.

L’Avviso pubblico rimarrà aperto nei mesi di novembre e dicembre dopodiché ciascuna zona approverà la graduatoria e formerà l’equipe di zona che il 6 marzo 2017 inizierà i primi sopralluoghi. Ciascuna zona distretto ha a disposizione un numero massimo di consulenze attivabili e relative risorse disponibili per il contributo. Per la zona distretto Colline Metallifere è prevista l’attivazione di 5 consulenze e un contributo economico complessivo di 9610,52

Attachments:
Download this file (ADA. ALLEGATO 1 Criteri e punteggi.pdf)ADA. ALLEGATO 1 Criteri e punteggi.pdf[Criteri di accesso al progetto]56 Kb
Download this file (ADA. ALLEGATO 2 Modulo di domanda.odt)ADA. ALLEGATO 2 Modulo di domanda.odt[Modulo di domanda]69 Kb
Download this file (ADA. MODELLO.pdf)ADA. MODELLO.pdf[Bando]106 Kb
Download this file (Allegato 3 ORARI PI 2016.pdf)Allegato 3 ORARI PI 2016.pdf[Orari di apertura Punto Insieme]41 Kb
Download this file (Comunicato stampa DEFINITIVO progetto ADA.pdf)Comunicato stampa DEFINITIVO progetto ADA.pdf[Comunicato stampa]85 Kb
Ultimo aggiornamento Sabato 05 Novembre 2016 06:47
 

PROGETTO SOSTEGNO INCLUSIONE ATTIVA

E-mail Stampa PDF

A partire dal 2 Settembre sarà possibile presentare domanda per il Sostegno all'Inclusione Attiva. E' una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti persone minorenni, figli disabili o una donna in stato di gravidanza certificata (almeno al quinto mese di gravidanza).
La presentazione della domanda dovrà avvenire c/o gli sportelli Punto Insieme (link alla sezione del sito con sedi e orari sportelli)

Per info e acquisizione della normativa di riferimento e della modulistica visitare il sito www.inps.it

 

Persone, Territorio, Istituzioni: l’Affidamento Familiare, possibile accoglienza

E-mail Stampa PDF

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Aprile 2016 10:28
 

Fondo Nazionale per le Non Autosufficienze per le gravissime disabilità

E-mail Stampa PDF

Destinatari degli interventi e dei contributi economici, così come da delibera regionale,
sono le persone con disabilità gravissima con età inferiore ai 65 anni oppure, se in stato
vegetativo o di minima coscienza, di qualsiasi età.

Per maggiori informazioni rivolgersi c/o gli sportelli Punto Insieme della Zona.

Attachments:
Download this file (del 342_2016.pdf)del 342_2016.pdf[ ]128 Kb
Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Maggio 2016 06:26
 

Pronto Badante

E-mail Stampa PDF

Con "Pronto Badante" la Regione ha deciso di mettere a disposizione delle famiglie toscane un servizio di sostegno rivolto alla persona anziana nel momento in cui si presenta, per la prima volta, una situazione di fragilità.

Un operatore autorizzato, dopo essersi rivolti al Numero Verde 800 59 33 88 (attivo da lunedì a venerdì dalle ore 8 alle 18 e il sabato dalle ore 8 alle 13), interverrà direttamente presso l'abitazione della famiglia della persona anziana, garantendole un unico punto di riferimento per avere informazioni sui percorsi socio-assistenziali e un sostegno economico per l'attivazione di un rapporto di assistenza familiare con una/un badante.

Le persone anziane che vivono sole o in famiglia per poter accedere al servizio devono:

  • avere almeno 65 anni;
  • essere residenti in Toscana;
  • trovarsi per la prima volta in un momento di difficoltà, fragilità o disagio;
  • non avere già in atto un progetto di assistenza personalizzato (PAP) con i servizi territoriali;
  • non aver già stipulato un contratto di assistenza familiare con una/un badante.


Una volta contattato il Numero Verde, qualora sussistano tutte queste condizioni, la richiesta viene inoltrata ad operatori autorizzati che si recheranno, entro massimo 48 ore, presso l'abitazione della persona anziana.

A questa potrà essere erogato un buono lavoro (voucher) di 300 euro, una tantum, per coprire fino a un massimo di 30 ore di lavoro occasionale regolare di un assistente familiare, per le prime necessità.

L'operatore autorizzato assiste l'anziano e la famiglia anche nelle procedure on-line di INPS per quel che riguarda l'attivazione di un rapporto di assistenza familiare ed inoltre fornisce un breve tutoraggio per aiutare la famiglia e l'assistente familiare nelle prime fasi dell'attivazione del rapporto.

Il progetto, grazie al coinvolgimento del Terzo settore, del volontariato e dei soggetti istituzionali presenti sul territorio, partirà in via sperimentale il 1° marzo 2016, in tutte le Zone-distretto della Toscana. La sperimentazione avrà la durata di 12 mesi.

Approfondisci

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Marzo 2016 13:35
 


Pagina 1 di 16

SDS COLLINE METALLIFERE

Login


Amministrazione trasparente

Anticorruzione

sdscollinemetallifere@pec.it

Privacy

Sondaggi

Qual è il tuo giudizio sulla facilità di utilizzo del nuovo sito della Società della Salute delle Colline Metallifere?
 

Chi è online

 25 visitatori online

Speciale migranti